Yoga

Festival dello Yoga

 

 

Il festival dello Yoga significa 3 giorni da vivere densamente, poiché ricchi di appuntamenti che vanno dal mattino alla sera. La parola chiave di questo evento è il “Rispetto” nel suo significato più totale: per il prossimo, per se stessi, per l’ambiente e per l’Universo.

Le offerte proposte sono davvero molte, tra le persone presenti alcune sono già abbondantemente note, come Piero Vivarelli, Elena de Martin e Gabriella Cella Al-Chamali, per citarne solo alcune, altre invece vengono dall’esterno come l’inglese David Sye, lo scozzese Stewart Gilchrist, l’americana Bo Forbes. David Sye propone lo Yogabeats una forma di yoga da praticare in maniera molto libera da schemi e con il sorriso ma che, dietro, nasconde un impegno sociale molto forte.

yogafest

Stewart Gilchrist propone, invece, una lezione di Krama Vinyasa Yoga: si comincia con un

l’allineamento dei sette chakra e si prosegue con la sincronizzazione dei movimenti con il respiro (Vinyasa) che passo dopo passo (Krama) diventano delle posizioni sempre più complesse. L’americana Bo Forbes non è solo un’insegnante di yoga ma è anche una psicologa clinica, la sua lezione mette insieme Asana ed esercizi mindfulness, ovvero di “attenzione consapevole”.

Tra le altre particolarità di questo festival c’è l’attenzione per lo yoga maschile, femminile e per le coppie. Ma non solo seminari e lezioni da seguire, durante il Festival dello Yoga è possibile anche aderire a incontri e conferenze molto interessanti riguardo l’alimentazione, la salute e le medicine alternative. Molto stimolanti gli approfondimenti sull’alimentazione gluten free, quella vegana e quella vegetariana che, negli ultimi anni, stanno avendo sempre più attenzioni. Da non lasciarsi scappare neanche gli svariati workshop e le attività per i bambini, da 0 a 12 anni, nell’area bimbi gestita dall’Associazione Italiana Pedagogia Yoga